COS’È LA TOGNAZZA

“Accettava cose che un altro attore della sua fama probabilmente avrebbe rifiutato, film con giovani registi, spettacoli teatrali all’estero, ruoli difficili. Era un attore molto coraggioso, non gli faceva paura niente”.

E’ così che Lorenzo Baraldi descrive Ugo Tognazzi. Ed è così che siamo anche noi, coraggiosi e innovatori, come il nostro fondatore. Abbiamo alle spalle una storia importante e una grande eredità, che con il nostro vino raccontiamo e riscriviamo ogni giorno.

LA TOGNAZZA È OGGI UN BRAND E UNO STILE DI VITA.

È sinonimo di carattere, convivialità, personalità audace e creativa, divertimento. Sono questi gli ingredienti principali di ogni nostro prodotto, sono questi gli elementi che regalano ad ogni etichetta colore, aroma, accento, vita.

Ogni vino de La Tognazza racchiude una sua storia, sempre diversa e soprattutto in controtendenza ai classici stereotipi. Dalla vigna alla bottiglia, fino alle etichette e al nostro modo di presentarci e farci vivere, vogliamo essere un’alternativa.

Siamo l’Alternativa.

chi siamo?

UN’AZIENDA TRADIZIONALMENTE DINAMICA. UN PERCORSO CON CINQUANT’ANNI DI STORIA.

Il nuovo corso de La Tognazza inizia intorno alla fine del decennio scorso, con la volontà di Gian Marco Tognazzi di creare un team che potesse traghettare quello che era il sogno di Ugo e la filosofia che lo ha sempre contraddistinto in una nuova era e, quindi, iniziare la costruzione di un brand che potesse essere al passo coi tempi sia nella produzione vitivinicola sia nell’applicazione delle proprie dinamiche di marketing e organizzazione aziendale.

La scelta di Gian Marco punta, veramente, a tracciare un percorso forse poco praticato fino a quel momento. L’incontro con Alessandro Capria, imprenditore e consulente aziendale da sempre, è propedeutico e ispiratore a segnare la linea della novità.

LA “NUOVA” TOGNAZZA NASCE INFATTI IN QUEL MOMENTO E HA COME RIFERIMENTO UN PUBBLICO GIOVANE E GOLIARDICO, CHE METTE LA CONVIVIALITÀ AL CENTRO DEL BERE BENE.

Lo staff de La Tognazza è oggi composto da un team di professionisti che incidono con un anima creativa e alternativa alla creazione di ogni singolo passaggio della produzione aziendale.

Oggi i vini de La Tognazza sono riferimento assoluto di un nuovo modo di interpretare il vino, sia da un punto di vista tecnico sia da un punto di vista di design e comunicazione del prodotto.

Da Tapioco, Come se Fosse e Antani, passando per il Conte Mascetti, la Voglia Matta e il Casa Vecchia, ogni vino de La Tognazza è un esempio di stile e rappresenta al meglio un’azienda dinamica, innovativa e capace di andare con successo in controtendenza.

MANIFESTO

MANIFESTO LA TOGNAZZA

IL CORAGGIO, L’AUDACIA, LA RIBELLIONE

saranno elementi essenziali del nostro mondo.

Siamo WINECREATOR Filosofi e architetti,
creatori e creativi di un’ENOLOGIA ALTERNATIVA.

Siamo gli INDISCIPLINATI

Quelli che vivono e raccontano il vino con nuove parole e nuova poesia

Siamo quelli MATTI,

che rompono le convenzioni,
a una critica rispondiamo con il sorriso,
perché l’irriverenza fa parte del nostro dna.

Usciamo FUORI DAGLI SCHEMI
Senza la pretesa di accontentare tutti.
Ma senza paura di spingere l’acceleratore.

SIAMO IL #MONDOTOGNAZZA
SCANZONATI, CURIOSI, amanti del vino e del suo piacere.

La Tognazza, l’alternativa dal 1969.

#storia

LA FAMIGLIA TOGNAZZA

LA STORIA DELLA TOGNAZZA È UN INTRECCIO DI AVVENIMENTI E ANEDDOTI CHE ATTRAVERSANO IL MONDO DELLA CULTURA E DEL CINEMA ITALIANO A PARTIRE DALLA METÀ DEGLI ANNI SESSANTA.

Il grande Ugo Tognazzi sceglie infatti la tenuta di Velletri con le sue vigne e il suo uliveto per dare inizio alla nostra avventura.
In quegli anni il cinema era profondamene diverso da oggi e, spesso, un’idea cinematografica o la stesura di una sceneggiatura potevano avvenire intorno alla tavola e con davanti un buon bicchiere di vino.

Tognazzi in questo fu un assoluto precursore, la sua Tenuta “La Tognazza” era uno dei primi esempi di azienda agrituristica a KM0 e il suo vino, il suo olio, gli ortaggi, rappresentavano una materia prima fondamentale per dare seguito alle sue “manie” enogastronomiche. La passione di Ugo per la cucina infatti era riconosciuta in tutta Italia, anche a fronte dei diversi libri di cucina scritti di proprio pugno.

Dopo la scomparsa di Ugo nel 1990, è della moglie Franca Bettoja il primo tentativo di lancio di un brand “La Tognazza”.
Durante la metà degli anni ‘90, la tenuta di Velletri produce infatti vino, olio, creme e confetture, con un punto vendita dedicato all’interno dell’azienda.

MA È CON GIAN MARCO, IL TERZO FIGLIO DI UGO, CHE LA TOGNAZZA SI TRASFORMA IN BRAND E COMPIE UN PERCORSO DI CRESCITA E DI INNOVAZIONE CHE OGGI LA PORTA AD AVERE UN RICONOSCIMENTO EFFETTIVO COME AZIENDA DI PRODUZIONE DI VINI DI ASSOLUTA QUALITÀ.

Velletri, alle porte di Roma, è il luogo nel quale tutto è nato, l’azienda agricola da sempre proprietà della famiglia Tognazzi. Da questo posto è partito il nostro viaggio alla ricerca di un modo sempre nuovo di fare vino senza mai perdere il contatto con la tradizione. Oggi le nostre vigne sono dislocate tra Velletri, i Castelli Romani e il Chianti, luogo simbolo del vino rosso Italiano.

Oggi la Tognazza è capitanata dall’inesauribile Gian Marco Tognazzi e da Alessandro Capria, che hanno saputo, in questi ultimi anni, costruire e modellare un team di assoluta eccellenza, che pone la Tognazza tra le proposte di vini che è proprio impossibile non avere. La tognazza oggi è un brand e uno stile di vita.

È sinonimo di carattere, divertimento, personalità audace e creativa.
Sono questi gli ingredienti principali di ogni nostro prodotto, sono questi gli elementi che regalano ad ogni etichetta colore, aroma, accento… e vita.
Ogni vino de La Tognazza racchiude una sua storia , sempre diversa e soprattutto in controtendenza ai classici stereotipi.

Lo staff

Il nuovo corso de La Tognazza inizia intorno alla fine del decennio scorso, con la volontà di Gian Marco Tognazzi di creare un team che potesse traghettare quello che era il sogno di Ugo e la filosofia che lo ha sempre contraddistinto in una nuova era e, quindi, iniziare la costruzione di un brand che potesse essere al passo coi tempi sia nella produzione vitivinicola sia nell’applicazione delle proprie dinamiche di marketing e organizzazione aziendale.

La scelta di Gian Marco punta, veramente, a tracciare un percorso forse poco praticato fino a quel momento. L’incontro con Alessandro Capria, imprenditore e consulente aziendale da sempre, è propedeutico e ispiratore a segnare la linea della novità. La “nuova” Tognazza nasce infatti in quel momento e ha come riferimento un pubblico giovane e goliardico, che mette la convivialità al centro del bere bene.

A questo punto il tassello mancante è la costruzione di un reparto tecnico per porre le basi per dei prodotti di assoluta qualità, capaci di conquistare una sempre maggiore fetta di pubblico.
Oggi i vini de La Tognazza sono riferimento assoluto di un nuovo modo di interpretare il vino, sia da un punto di vista tecnico sia da un punto di vista di design e comunicazione del prodotto.

Da Tapioco, Come se Fosse e Antani, passando per il Conte Mascetti, la Voglia Matta e il Casa Vecchia, ogni vino de La Tognazza è un esempio di stile e rappresenta al meglio un’azienda dinamica, innovativa e capace di andare con successo in controtendenza.